ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Mostra del Cinema di Venezia, inaugura Pedro Almodóvar

euronews_icons_loading
Mostra del Cinema di Venezia, inaugura Pedro Almodóvar
Diritti d'autore  AFP
Di Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Venezia si prepara per la 78esima edizione della Mostra del cinema, presentata in diretta streaming dal presidente della Biennale Roberto Cicutto e dal direttore artistico del settore Cinema Alberto Barbera.

In primo piano le misure anti Covid: controlli all'ingresso, capienza al 50%, prenotazione del posto, green pass.

Anche quest'anno in calendario film provenienti da tutto il mondo con 59 Paesi rappresentati.

Almodóvar apre la Mostra del Cinema

È nato come regista proprio a Venezia nel 1983: battesimo internazionale per Pedro Almodóvar con 'L'indiscreto fascino del peccato'. Trentotto anni dopo il narratore per eccellenza delle diversità è in laguna per inaugurare la Mostra del Cinema.

Almodóvar aprirà la 78esima edizione della rassegna insieme alla sua grande musa, Penélope Cruz.

Il film che porta la firma del regista spagnolo è Madres Paralelas: la storia racconta di due donne, Janis (Penélope Cruz) e Ana (Milena Smit), che condividono la stanza di ospedale nella quale stanno per partorire. Sono due donne single, entrambe in una gravidanza non attesa.

Gli studios americani

Quest'anno segna il ritorno in laguna degli studios americani dopo un'assenza forzata dovuta alla crisi sanitaria.

Ridley Scott presenterà un film fuori concorso, The last duel, ambientato nella Francia del XIV secolo: uno stupro e un duello per vendicare l'onore di una donna nella trama del film, che arruola nel cast Matt Damon e Ben Affleck.

La fantascienza di Villeneuve in laguna

Un altro attesissimo blockbuster è l'ultimo di Denis Villeneuve, Dune, un nuovo adattamento del romanzo cult di Frank Herbert, interpretato dal nuovo beniamino di Hollywood, Timothée Chalamet. Il film di fantascienza, la cui uscita è stata rimandata più volte, sarà a settembre nelle sale di tutta Europa.

La trama porta lo spettatore in un distante futuro dell'umanità nel quale il duca Leto Atreides accetta la gestione del pericoloso pianeta di Arrakis, anche noto come Dune. Su Arrakis si trova l'unica fonte della sostanza più preziosa dell'universo, "la spezia", una droga che allunga la vita, fornisce capacità mentali sovrumane e rende possibili i viaggi nello spazio.

5 italiani a Venezia

Infine, in concorso, 5 film italiani, tra cui l'ultimo di Paolo Sorrentino, prodotto da Netflix, e Freaks Out di Gabriele Mainetti, il regista di Lo chiamavano Jeeg Robot. Ci saranno anche Martone, i fratelli d’Innocenzo e Frammartino.

A giudicare i titoli in concorso sarà la giuria guidata da Bong Joon Ho (regista di Parasite), e composta tra l’altro dall’italiano Saverio Costanzo e dalla regista premio Oscar per Nomadland Chloé Zhao.

La Mostra del Cinema di Venezia sarà dall'1 all'12 settembre.