ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spettacolo sportivo alla maratona del Monte Bianco

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Spettacolo sportivo alla maratona del Monte Bianco
Diritti d'autore  Laurent Cipriani/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno partecipato in 1299 alla maratona del Monte Bianco: di regola 42 km di sudore e paesaggi mozzafiato, divenuti 38 km quest'anno, in seguito a modifiche del percorso dovute alla sicurezza sanitaria.

Tutti i corridori d'élite della disciplina hanno partecipato all'evento, unica tappa francese del Golden Trail World Series.

La battaglia sportiva è iniziata subito sui sentieri di Chamonix.
La velocità media dei primi 3 corridori è stata impressionate: il norvegese Angermund, l'italiano Magnini e il polacco Przedviewski - che hanno chiuso sul podio - viaggiavano a più di 11 km orari con una velocità media di più di 21 km all'ora nella discesa dalla cima di Les Posettes.

La svizzera Maude Mathys, la grande favorita della gara, ha confermato tutte le aspettative prendendo il comando fin dai primi passi della corsa.

Il percorso di 2630 m di dislivello positivo e 1700 m di dislivello negativo è considerato ipertecnico. Favorisce gli atleti di montagna e gli scalatori con la caratteristica unica di un arrivo in salita (1000 m di dislivello positivo per lo sforzo finale) di fronte al Monte Bianco, a 2000 m di altitudine, a differenza della grande maggioranza dei percorsi che terminano in discesa. Forti di queste condizioni, il norvegese Stian e Davide, il giovane campione italiano di scialpinismo, hanno approfittato di questa tecnicità davanti al polacco Bart, che ha comunque avuto una buona fuga nell'impegnativa discesa di Les Posettes. Alla fine, il norvegese Stian Angermund ha finito in 3h18mn 8s davanti all'italiano Davide Magnini di 2mn e al polacco Bartholojev Przedwojewski di 5mn 15.

La svizzera Maude Mathys, la grande favorita della gara, ha confermato tutte le aspettative prendendo il comando fin dai primi passi della corsa. Grazie alla sua esperienza e alla sua gestione della gara, ha vinto la maratona del Monte Bianco in 3h51 e 04 secondi.