ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia, Cassazione: "Legale il commercio di CBD, se legalmente prodotta in UE"

Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Commercializzare il cannabidiolo in Francia è legale, indipendentemente dalla sua forma, purché sia legalmente prodotto in un Paese dell'Unione europea.

Ad esprimersi in tal senso è la Corte di Cassazione, che ha annullato la complicità di reati contro la normativa sugli stupefacenti nei confronti di un commerciante di prodotti a base di CBD, metabolita della cannabis sativa.

Per molti, la sentenza fa chiarezza su un argomento da tempo oggetto di discussione.

"La Francia aveva un vecchio decreto - dice un commerciante - secondo cui si potevano commercializzare lo stelo e la foglia, ma non il fiore.

Per l'Europa, il fiore non poteva essere bandito perché fa parte della libera circolazione di merci nell'area Schengen: questa è un conferma di quanto si pensava, ma prima della decisione tutto era in una sorta di limbo giuridico".

Seth Wenig/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoSeth Wenig/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

"È un'ottima cosa, perché finalmente c'è un'apertura mentale a tal proposito, si capisce che non è necessariamente un farmaco ma un modo per gestirsi diversamente rispetto ai farmaci provenienti dall'industria di settore.

Quindi, potremmo anche deviare dal sistema e usare la canapa, il CBD come qualcosa che può aiutarti, molto semplicemente".

Sino alla sentenza della Corte europea dello scorso novembre, le autorità trannsalpine avevano chiuso dozzine di negozi che vendevano prodotti a base di cannabidiolo.

Grazie alla sentenza della Cassazione, i 200 produttori, trasformatori e distributori di canapa e CBD sperano ora di creare un vero e proprio settore in Francia, mentre il 90% dei prodotti commercializzati sono importati prevalentemente da Belgio, Svizzera e Lussemburgo.