ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il documentario "Collective" vince il premio Lux dell'europarlamento

euronews_icons_loading
Il documentario "Collective" vince il premio Lux dell'europarlamento
Diritti d'autore  Trust Nordisk.
Dimensioni di testo Aa Aa

Il documentario rumeno segue una squadra di investigatori di un giornale con sede a Bucarest, mentre cercano di scoprire una vasta frode sanitaria e la corruzione che hanno portato alla morte di dozzine di cittadini.

Il regista Alexander Nanau, il cui film candidato all'Oscar è stato realizzato prima della pandemia, afferma che per l'industria cinematografica nel suo paese sono disperatamente necessari più soldi europei.

Dice Alexander Nanau, regista di 'Collective': ""Dipende da paese a paese, ma in nazioni come la Romania, penso che sarebbe importante avere ancora più controllo europeo su come la cultura viene finanziata e sostenuta, perché la Romania è un paese in cui la politica non si preoccupa della cultura. Durante la pandemia, non è stato attivato un solo meccanismo per aiutare la cultura, l'industria cinematografica. Non abbiamo avuto un solo finanziamento dal 2019".

Il film è stato uno dei tre film nominati, che hanno ricevuto una certa quantità di finanziamenti dall'UE.

Dal 1991 al 2021 2,6 miliardi di euro sono stati spesi per l'industria audiovisiva, nell'ambito del programma Europa creativa.

Ma nei prossimi sei anni Bruxelles ha aumentato significativamente la quota fino a 1,4 miliardi di euro.

Con meno persone che attualmente vanno al cinema rispetto a qualsiasi altro momento della storia recente, il futuro dell'industria cinematografica europea sembra meno che promettente.

La pandemia ha cambiato le abitudini di visione delle persone, con la chiusura dei cinema e l'aumento degli abbonamenti ai servizi di streaming, come può l'UE garantire che l'industria cinematografica del continente rimanga rilevante?

Dice Kasper Dissing, produttore di 'Another Round': "Dobbiamo assicurarci di avere un'industria cinematografica che abbia registi di grande esperienza, ma che si rivolga anche a giovani talenti che stanno crescendo, il che è molto difficile e può essere fatto solo con fondi pubblici perché il cinema è un pessimo affare per la maggior parte delle persone coinvolte. È un buon affare per la società e per la cultura, ma per le persone coinvolte raramente lo è. Quindi, abbiamo bisogno dei fondi pubblici per continuare a sviluppare il talento".

Il Parlamento ha lanciato il Premio LUX nel 2007 con l'obiettivo di sostenere la produzione e la distribuzione di film europei, per cercare di riflettere le attuali questioni politiche e sociali, oltre a celebrare la cultura europea.

Tutti e tre i film nominati sono stati sottotitolati nelle lingue ufficiali dell'UE, ma il vincitore di quest'anno Collective sarà anche adattato a ipovedenti e non udenti e promosso in tutti gli Stati membri.