This content is not available in your region

Repubblica ceca espelle altri diplomatici russi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Screengrab
Screengrab   -   Diritti d'autore  Кадр из видео CZCT via EBU

Svariate decine di diplomatici russi, personale d'Ambasciata e le loro famiglie hanno dovuto lasciare la Repubblica ceca, in virtù di un accordo sulla "rappresentanza paritetica" tra Praga e Mosca.

La decisione di ridurre il numero dei dipendenti dell'Ambasciata russa scaturisce da una disputa diplomatica con la Russia sull'affermazione ceca secondo cui alcuni agenti dell'Intelligence russa fossero stati responsabili di una serie di esplosioni in un deposito di munizioni.

from Euronews video
Screengrabfrom Euronews video

Praga aveva già espulso 18 dipendenti dell'Ambasciata, identificati come ufficiali dei servizi segreti russi, e per altri 63 c'è tempo sino alla fine del mese per lasciare il Paese.

Nell'ottobre 2014, l'esplosione di un deposito di munizioni a Vrbetice causò la morte di due persone e l'evacuazione delle aree circostanti.

Una seconda esplosione in un deposito limitrofo, due mesi dopo, portò ad ulteriori evacuazioni.