"Processati per essere stati solidali". Francia, in Appello 7 attivisti umanitari

"Processati per essere stati solidali". Francia, in Appello 7 attivisti umanitari
Diritti d'autore AFP video
Diritti d'autore AFP video
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Gli imputati avrebbero aiutato dei migranti partiti dall'Italia a superare la frontiera

PUBBLICITÀ

Un sit in di solidarietà coi sette attivisti a processo per "favoreggiamento dlel'immigrazione clandestina" si è svolto davanti alla Corte d'Appello di Grenoble, in Francia.

I sette, tra cui una italiana, erano stati condannati nel 2018 per aver facilitato il passaggio del confine alpino tra Italia e Francia a una ventina di migranti.

Il Pubblico ministero, dopo aver parlato di "profondo rispetto per le idee di solidarietà e fratellanza espresse dagli imputati", ha escluso l'aggravante dell'associazione a delinquere ma ugualmente ha chiesto condanne, da tre a otto mesi di prigione,

I fatti risalgono al 22 aprile di tre anni fa, quando a margine di una manifestazione contro gruppi locali di estrema destra, un drappello di 200 manifestanti e rifugiati, partiti a piedi da Claviere, sul versante italiano, raggiunse Briançon dopo aver forzato un blocco stradale istituito dalla gendarmeria.

La difesa dei sette ha chiesto una piena assoluzione: "Non si possono punire allo stesso modo coloro che compiono atti barbari e coloro che fanno di tutto poter evitarli", ha detto l'avvocato William Bourdon, che ha sottolineato la mancanza di elementi per affermare che gli imputati fossero i promotori del corteo e che fossero a conoscenza della presenza di migranti al suo interno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Parigi: la polizia sgombera decine di migranti davanti all'Università Sorbona

Europee, i conservatori francesi fanno campagna elettorale sull'immigrazione al confine italiano

Francia e Regno Unito festeggiano 120 anni di cooperazione: simbolici cambi della guardia congiunti