ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

L'India già piegata dal Covid attende il ciclone Tauktae

euronews_icons_loading
Il ciclone sull'India
Il ciclone sull'India   -   Diritti d'autore  SUJIT JAISWAL/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di persone mobilitate: guardia costiera, marina, esercito aeronautica presidiano la costa occidentale dell'India. Si preparano all'arrivo della tempesta Tauktae, che ha già ucciso 6 persone nel suo passaggio al sud.

Si tratta di un ciclone di categoria 3, che si è formato nel mare arabico, con raffiche fino a 200 km orari. Il Dipartimento meteorologico indiano ha avvertito che in alcuni distretti costieri del Gujarat sono previste mareggiate fino a tre metri di altezza.

Mrutunjay Mohapatra, direttore generale del Dipartimento Meteorologico indiano, definisce meglio l'allerta: "Al momento del suo arrivo, la velocità del vento sarà di 155-165 chilometri all'ora con raffiche fino a 180 chilometri all'ora. È molto probabile che il ciclone causi un'attività pluviometrica pesante o estremamente pesante sui distretti costieri del Saurashtra e del sud".

L'allarme è scattato in particolare nello Stato del Gujarat, dove migliaia di abitanti sono stati evacuati, così come a Mumbai, che ha dichiarato l'allerta arancione. Molti residenti hanno raggiunto rifugi comuni, alimentando i timori di nuovi focolai di Covid in un paese già piegato dalla pandemia. Nel Gujarat le vaccinazioni sono state sospese e le autorità stanno cercando di prevenire le interruzioni di corrente nei quasi 400 ospedali Covid designati.

Tauktae è la più violenta tempesta dal 1998 ad oggi.