ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Papa: la fede non è rifugiarsi nei legalismi e clericalismi

'Siamo senza stupore forse perché siamo logorati dall'abitudine'
'Siamo senza stupore forse perché siamo logorati dall'abitudine'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – CITTADELVATICANO, 28 MAR – Di fronte a Dio
l’atteggiamento deve essere quello dello “stupore”, non della
“ammirazione”. “Se la fede perde lo stupore diventa sorda” e non
vede altra via che quella di “rifugiarsi nei legalismi e nei
clericalismi, tutte cose che Gesù condanna”. Lo ha detto Papa
Francesco nell’omelia della Messa della Domenica delle Palme.
“Anche oggi tanti ammirano Gesù: ha parlato bene, ha amato e
perdonato, il suo esempio ha cambiato la storia… Lo ammirano,
ma la loro vita non cambia. Perché ammirare Gesù non basta.
Occorre seguirlo sulla sua via, lasciarsi mettere in discussione
da Lui: passare dall’ammirazione allo stupore”. “L’ammirazione
può essere mondana, perché ricerca i propri gusti e le proprie
attese; lo stupore, invece, rimane aperto all’altro, alla sua
novità”, ha aggiunto il Papa. “Chiediamo la grazia dello
stupore. La vita cristiana, senza stupore, diventa grigiore”. Se
non c‘è stupore forse “la nostra fede è stata logorata
dall’abitudine”, ha concluso il Papa. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.