ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Polonia e Lituania contro "l'imperialismo russo"

Di euronews
euronews_icons_loading
Polonia e Lituania contro "l'imperialismo russo"
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Polonia e Lituania rilanciano le posizioni antirusse e bollano di "imperialismo" la politica attuata da Mosca nei confronti dei paesi appartenuti all'ex blocco sovietico.

Accade a Varsavia, nell'ambito delle celebrazioni per il 230. anniversario della prima Costituzione scritta adottata in Europa, quella polacca del 1791, iniziativa a cui hanno partecipato anche i presidenti di Ucraina, Lituania, Lettonia ed Estonia.

Ospiti del capo dello stato polacco Andrzej Duda, i rappresentanti dei cinque paesi hanno discusso anche delle principali questioni legate alla sicurezza in Europa, un tema che ha dato al premier polacco Morawiecki e alla sua omologa lituana Ingrida Simonyte lo spunto per un nuovo attacco alla Russia a partire dalle crisi in Ucraina e Bielorussia.

"Questa regione è particolarmente sensibile dal punto di vista della politica imperialista russa. Ecco perché sosteniamo gli ucraini e i bielorussi nella loro lotta per la democrazia, nella loro lotta per la libertà. Il miglioramento della situazione all'Est dà la misura del nostro realismo".

Ai toni più duri di Varsavia e Vilnius si aggiunge la convocazione dell'ambasciatore russo da parte dell'Unione europea dopo che Mosca ha iscritto su una blacklist otto esponenti istituzionali dell'Unione come ritorsione alle sanzioni decise da Bruxelles per il caso Navalny. Il ministero degli Esteri russo ha accusato l'Europa di voler punire Mosca limitando la sua crescita con metodi illegali. Il tema dei rapporti tra Russia e Unione europea sarà discusso al Consiglio dei ministri degli Esteri in agenda per il prossimo 10 maggio.