ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il dito di Costantino. Ai Musei Capitolini il frammento del Louvre

euronews_icons_loading
Il dito di Costantino. Ai Musei Capitolini il frammento del Louvre
Diritti d'autore  AP Photo/Gregorio Borgia
Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva in esposizione al pubblico ai Musei capitolini la mano del colosso bronzeo di Costantino ricomposta con il frammento del dito proveniente dal museo parigino del Louvre.

Il frammento della gigantesca statua finì nella capitale francese nel 1860 insieme a buona parte della raccolta del marchese Giampietro Campana, celebre collezionista.

Solo nel 2018 si è riusciti ad avere la conferma che il frammento fosse parte della statua, grazie al lavoro di una commissione congiunta italofrancese, la quale ha anche accertato che l'ultima documentazione che prova l'integrità della mano risale agli anni 30 del Cinquecento.

Resta da accertare infine come il frammento sia scomparso dalla circolazione per poi riapparire, nella prima metà dell'Ottocento, nella collezione Campana.

Dei numerosi oggetti appartenuti al marchese il Louvre conserva ancora oggi un altro frammento, in marmo, di una scultura raffigurante la Gens Claudia, nella quale si riconosce il volto di Marcello, designato alla successione dell'imperatore Augusto.