Pagano extra peso 20kg per portare a casa pietre di Sardegna

Turisti fermati all'aeroporto di Cagliari e segnalati
Turisti fermati all'aeroporto di Cagliari e segnalati
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 26 AGO - Pensavano che pagando profumatamente un extra peso di 20 chili sul bagaglio potessero portarsi a casa i sassi 'rubati' dalla spiaggia di Mari Pintau, una caletta fatta di pietre e ciottoli, mare cristallino e natura incontaminata nel sud Sardegna, comune di Quartu Sant'Elena. Ma non l'hanno fatta franca. I turisti 'predatori' arrivati dal nord d'Italia per le vacanze in terra sarda sono stati bloccati all'aeroporto di Cagliari e segnalati all'autorità competente. "Il reato di furto non si estingue col denaro - commentano i componenti del gruppo Sardegna rubata e depredata dando conto della notizia in un post su Facebook - Le grandi pietre torneranno presto nella spiaggia di Mari Pintau, e i villeggianti per abbellire il loro giardino dovranno studiare una soluzione alternativa". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Portogallo, 50 anni dal 25 aprile e dalla rivoluzione: cosa resta da fare?

Guerra in Ucraina: accordo tra Kiev e Mosca per lo scambio di 48 bambini sfollati

Nestlé: distrutte due milioni di bottiglie d'acqua della filiale Perrier. Scoperti batteri "fecali"