ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Fmi, crescita nell'Ue al 4,5% nel 2021 ma la campagna vaccinale non deve arrestarsi

euronews_icons_loading
Fmi, crescita nell'Ue al 4,5% nel  2021 ma la campagna vaccinale non deve arrestarsi
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Europa potrebbe avere una ripresa a V stando alle previsioni del Fmi. Ripresa valutata dal Fondo più giusta e resiliente. Questo scenario si verificherà solo di fronte a una campagna vaccinale veloce. Se il ritmo accelerasse, la crescita potrebbe attestarsi intorno al 4,5% quest'anno.

-Se così non fosse, in che misura potrebbe ritardare la ripresa della crescita?

Per Alfred Kammer, direttore del dipartimento europeo del Fmi: "Ci aspettiamo che il programma di vaccinazione venga rispettato. Abbiamo assistito a un inizio lento al principio del 2021 in Europa, ma ora sta accelerando rapidamente. E ci aspettiamo che gli obiettivi che sono stati fissati dai paesi dell'Ue, siano raggiunti. Quindi siamo più che sicuri delle nostre previsioni. Detto questo, l'enorme incertezza riguarda la terza ondata che ci colpisce proprio ora, non sappiamo cosa succederà con le varianti, se il vaccino sarà efficace. Ci sono ancora molte incognite".

- Le misure di tutela del lavoro hanno protetto 68 mila posti, allo stesso tempo, tanti posti di lavoro sono stati persi e tanti non saranno recuperati.

"Dobbiamo dare i sostegni per aiutare i lavoratori a cambiare lavoro e a settori in espansione. Ciò potrebbe richiedere sussidi alle assunzioni, dati dal governo, che richiederanno riqualificazione e investimenti privati. Gli investimenti privati sono diminuiti durante la crisi, dobbiamo dare incentivi perché ce ne siano di nuovi".