ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Russia sposta truppe e mezzi militari al confine con l'Ucraina

euronews_icons_loading
Tensioni Russia-Ucraina
Tensioni Russia-Ucraina   -   Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Più si stringono le relazioni tra Kiev e Washington, più sale la tensione al confine tra Russia e Ucraina dove Mosca sta dirottando unità militari.
L’Osce continua a registrare nuove violazioni al cessate il fuoco, concordato lo scorso luglio, specialmente nella regione del Donbass: secondo fonti ucraine, da gennaio 20 soldati sono stati uccisi e più di 50 feriti. Kiev ha chiesto una riunione di emergenza della Commissione Trilaterale, composta da Unione europea, Russia, Ucraina. Mercoledì 31 marzo la Russia ha rifiutato una proposta per ricomporre il cessate il fuoco, avanzata proprio in seno alla Commissione.

Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri ucraino, sollecita una risposta diplomatica: "Mosca dovrebbe cessare l'escalation militare e riaffermare immediatamente il suo impegno per una soluzione politica e il cessate il fuoco".

Ned Price, portavoce del Dipartimento di Stato Usa, ribadisce l'asse Stati Uniti-Ucraina: "La nostra preoccupazione è legata alle aggressioni della Russia in Ucraina orientale. Naturalmente, saremmo preoccupati da qualsiasi tentativo da parte della Federazione Russa di intimidire i suoi vicini e i nostri partner, e l'Ucraina è tra questi".

Dall'annessione russa della Crimea nel 2014, gli Stati Uniti hanno investito circa due miliardi di dollari nelle forze armate ucraine: una cifra cospicua utilizzata per migliorarne equipaggiamento e capacità operativa.

Il ministro degli Esteri russo Sergueï Lavrov sottolinea i rischi delle ingerenze occidentali: "Da un lato, il confronto ha toccato il fondo, come si usa dire adesso. Ma, dall'altro lato, c'è una speranza nel profondo dell'anima per il fatto che abbiamo a che fare con persone adulte, che si rendono conto dei rischi legati a un'ulteriore escalation".

Dal Cremlino fanno sapere che i recenti movimenti di soldati e di materiale militare vicino ai confini con l’Ucraina “mirano a garantire la sicurezza di Mosca.

La guerra in Ucraina ha fatto più di 13.000 vittime, soprattutto in occasione degli scontri del 2014 -2015 (lungo una linea del teorico cessate il fuoco di 427 chilometri).