ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bangladesh, numerosi dispersi nell'incendio che ha colpito un enorme campo rohingya

Access to the comments Commenti
Di Antonio Michele Storto
euronews_icons_loading
Bangladesh, numerosi dispersi nell'incendio che ha colpito un enorme campo rohingya
Diritti d'autore  Shafiqur Rahman/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono almeno 15 i morti e 400 i dispersi in un enorme incendio divampato in Bangladesh, in un campo che ospitava profughi della minoranza Birmana dei Rohingya

All'indomani del rogo - nel quale sono rimaste ferite circa 500 persone - i rifugiati si aggirano tra quel che resta delle loro baracche dove il poco che possedevano è andato letteralmente in cenere.

"Non ho potuto salvare nessuna delle nostre cose - spiega Nasima Khatun, una rifugiata che vive nel campo con la sua famiglia - ero impegnata a salvare i miei figli dal fuoco. Siamo semplicemente fuggiti".

"Ieri, prima che scoppiasse l'incendio - racconta una donna che chiede di restare anonima - i miei figli sono andati a studiare alla scuola coranica. Non li ho visti al loro ritorno. Ho trovato due dei miei figli più grandi ma non riesco ancora a trovare il più piccolo".

Famiglie sparpagliate

Circa 45mila persone sono state messe in fuga dall'incendio, che anche tra i sopravvissuti ha sparpagliato le famiglie, con numerosi bambini che ora sono in cerca dei genitori.

"Sono fuggiti tutti - spiega il responsabile del campo Maheen Chowdhury, di Save the Children - e così si sono separati dai loro genitori e si sono persi. Parliamo di centinaia di bambini.. Quindi da ieri sera sono iniziati gli sforzi coordinati per riunirli al resto delle famiglie".

Proprio tre bambini molto piccoli sono tra le vittime dell'incendio, che i vigili del fuoco hanno faticato a spegnere, lottando con le fiamme fino alla tarda serata di lunedì.

Minoranza allo stremo

In un rapporto sulla situazione, il Programma Alimentare Mondiale dell'ONU ha riferito che fino a 87.855 persone sono state colpite e molte si sono rifugiate in campi vicini, centri di apprendimento per bambini o siti di transito temporaneo.

Il Bangladesh ha ospitato più di un milione di musulmani Rohingya, la stragrande maggioranza dei quali è fuggita dal Myanmar nel 2017 in una grande repressione da parte dei militari birmani.

Shafiqur Rahman/AP
23 marzo 2021: i profughi Rohingya tornano nel campo all'indomani del devastante incendioShafiqur Rahman/AP

L'ONU sostiene che la repressione avesse un intento genocida, un'accusa che il Myanmar continua a respingere.

Il Bangladesh ha ospitato i rifugiati in affollati campi profughi ed è desideroso di iniziare a rimandarli in Myanmar, a maggioranza buddista.

Diversi tentativi di rimpatrio nell'ambito di un accordo comune sono falliti perché i Rohingya si sono rifiutati di aderirvi temendo ulteriori violenze in un paese che nega loro i diritti fondamentali, tra cui la cittadinanza.