EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Khashoggi: per l'intelligence Usa il principe saudita bin Salman fu il mandante dell'omicidio

Khashoggi: per l'intelligence Usa il principe saudita bin Salman fu il mandante dell'omicidio
Diritti d'autore Susan Walsh/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Susan Walsh/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews Agenzie:  Ansa
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Casa Bianca ha annunciato la sua intenzione di ricalibrare le sue relazioni con Riad, ma stando ai media americani non imporrà sanzioni contro il principe

PUBBLICITÀ

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman ha probabilmente "autorizzato" l'operazione per "catturare o uccidere" il giornalista dissidente Jamal Khashoggi. A rivelarlo è un rapporto dell'intelligence statunitense declassificato e diffuso questo venerdì dall'amministrazione Biden. Stando al rapporto, in cui sono citati i nomi di 21 persone che per gli 007 americani sarebbero coinvolte nell'omicidio, bin Salman considerava Khashoggi una minaccia per il regno. Il giornalista arabo aveva criticato a più riprese bin Salman dalle colonne del Washington Post.

L'omicido di Khashoggi è avvenuto nell'ottobre del 2018 nella sede del consolato saudita a Istanbul, dove si era recato per ritirare dei documenti in vista del suo matrimonio. Stando ai media americani, che citano fonti dell'amministrazione Biden, gli Stati Uniti non imporranno sanzioni contro bin Salman per non compromettere i rapporti con l'Arabia Saudita, ma lo faranno nei confronti del generale Ahmed al-Asiri, ex vice responsabile dei servizi di intelligence. Dopo la pubblicazione del rapporto la Casa Bianca ha già annunciato la sua intenzione di ricalibrare le relazioni con Riad.

Condividi questo articoloCommenti