ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lux Audience Award: il cinema europeo guarda al futuro. Tra sfide e nuovi orizzonti

euronews_icons_loading
lux award
lux award   -   Diritti d'autore  euronews
Di Debora Gandini
Dimensioni di testo Aa Aa

Con la pandemia il cinema si è trasferito dalla sale al web. Moltissime le pellicole che hanno scelto di uscire, in anteprima, sulle piattaforme streaming. Dove troviamo anche film vincitori di Festival e concorsi. Come quelli del Lux Audience Award, il premio creato dal Parlamento europeo e dalla European Film Academy che riunisce i professionisti del cinema in Europa.

Una giuria indipendente di circa 20 professionisti ha avuto il difficile compito di scegliere i 3 migliori film usciti nel 2020. Una rete di oltre 1200 cinema in 43 Paesi per promuovere la circolazione di prodotti audiovisivi europei. Con tante novità per il settore, fortemente colpito dalle restrizioni per il Covid-19.

"È sempre molto difficile scegliere solo tre pellicole perché ci sono diversi film europei tutti di grande spessore, ci ha spiegato Mira Staleva, tra i membri della giuria del premio LUX. C’è stato un gran dibattito tra tutti i componenti della giuria: se è difficile fare una scelta, significa che ci sono tante ottime produzioni quindi è meglio così. Alla fine però si devono scegliere tre titoli che rappresentano la varietà del cinema europeo".

I tre film selezionati

Colectiv: si tratta di un documentario tanto avvincente da assomigliare ad un thriller investigativo. La pellicola è del regista romeno-tedesco Alexander Nanau. E’ un film d'inchiesta del 2019 sulle circostanze attorno l'incendio, nel 2015, scoppiato, nel locale Colectiv durante un concerto. Decine e decine le vittime. La pellicola è stata scelta per rappresentare la Romania, nella categoria per il miglior film internazionale ai premi Oscar 2021.

Another Round”: una commedia amara danese su amore e alcolismo firmata da Thomas Vinterberg. Il film gioca con i generi (commedia, dramma, musical) e li mixa insieme. Ne viene fuori un inno alcolico alla vita che diverte, commuove e inquieta.

Corpus Christi: la pellicola firmata dal regista polacco Jan Komasa. Un magnifico ritratto di un giovane e carismatico predicatore polacco. Una storia di colpa e redenzione. Il regista racconta la storia di Daniel, un ragazzo di vent’anni che vive in un centro di detenzione giovanile per aver provocato la morte di un uomo, a cui viene negata la possibilità di entrare in seminario. Il giovane cerca nella fede la risposta ad una nuova vita.

I film sono stati tradotti nelle 24 lingue dell'Unione europea, anche se, al momento, saranno disponibili solo online, a causa delle norme imposte dai protocolli sanitari. "È un momento drammatico per l'industria cinematografica, ma allo stesso tempo, guardiamo anche a un lato positivo, prosegue la Staleva. "Il pubblico non può andare al cinema ma può guardare su internet tutto quello che desidera. Il cinema è un tempio, stiamo aspettando di poterci incontrare nuovamente tutti nelle sale e condividono l'emozione lì. Ma finché questo non sarà possibile, possiamo usufruire dell’alternativa che abbiamo, la rete. E con la nostra competizione, anche il pubblico potrà esprimere il proprio giudizio. Questo è il cinema anche europeo!"

Le nuove frontiere del cinema europeo

I film selezionati per il premio puntano su questioni sociali e politiche contemporanee e allo stesso tempo aiutano a costruire un’identità europea più forte. Per poter essere selezionato come finalista, una pellicola, oltre ad avere una durata minima di 60 minuti, deve presentare alcune caratteristiche, come ad esempio aver ricevuto riconoscimenti o premi da festival rilevanti; essere stato venduto o distribuito in almeno cinque paesi dell’Unione europea.

Sul sito di LuxAward potrete trovare l’elenco completo di tutti i film e non dimenticate di votare. Ovviamente dopo aver visto on line i tre film nominati. Sarà possibile esprimere la propria preferenza fino ai primi di aprile su una piattaforma online disponibile in 24 lingue. Chiuse le votazioni e contati i voti sapremo chi sarà il vincitore durante la plenaria del Parlamento Europeo del 28 aprile, nel corso della quale il film sarà premiato.