ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Neymar nega il maxi veglione in Brasile in piena pandemia

Di Euronews
euronews_icons_loading
Neymar in campo con la maglia del PSG
Neymar in campo con la maglia del PSG   -   Diritti d'autore  Michel Euler/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Nessun mega party per l'anno nuovo. Neymar nega, attraverso i suoi legali, di essere nel bel mezzo di una festa in Brasile - che dura da giorni e finirà il 1 gennaio.

I media locali parlano di centinia di invitati in piena pandemia da Covid-19, nel terzo Paese più colpito al mondo (secondo la Johns Hopkins University sono 7.504.833 i contagi, con 191.570 vittime), dopo Stati Uniti e India.

O Globo racconta che l'attaccante del Paris Saint-Germain riceverà 500 persone in una villa a Mangaratiba, località balneare a 130 chilometri da Rio. I telefoni dei partecipanti vengono lasciati all'ingresso, per evitare la diffusione di immagini sui social.

"Neymar è una star ma non vuol dire che è al di sopra di tutto e di tutti. Dovrebbe riflettere, chinque si può infettare", commenta una brasiliana indignata.

L'agenzia di eventi Fabrica in un comunicato ha confermato l'organizzazione di un veglione nella villa con circa 150 persone, assicurando il rispetto delle norme sanitarie anti-Covid, ma non ha citato il calciatore.

Da parte sua la star del PSG, ferma dal 13 dicembre per un infortunio, in questi giorni non ha fatto alcun commento sui suoi canali social relativo alla vicenda. Si limita a postare messaggi scherzosi per i suoi follower.

A settembre Neymar era risultato positivo al nuovo coronavirus dopo una vacanza a Ibiza.

In queste ore la squadra francese ha assistito al "siluramento" del suo allenatore Thomas Tuchel. Favorito come suo successore Mauricio Pochettino.