ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ong: stop alla mattanza di delfini. Telecamere sui pescherecci

Access to the comments Commenti
Di Gregoire Lory
euronews_icons_loading
Ong: stop alla mattanza di delfini. Telecamere sui pescherecci
Diritti d'autore  Chris O'Meara/AP2011
Dimensioni di testo Aa Aa

Telecamere sui pescherecci per porre fine al fenomeno della pesca accidentale dei delfini.

La proposta arriva da una petizione sottoscritta da una trentina di Ong ambientaliste che la Commissione europea intende valutare domani.

Secondo il WWF, ogni anno tra gli 8.000 e i 10.000 delfini finiscono nelle reti per sbaglio e vengono rigettati in acqua morti, come spiega Antonia Leroy, responsabile europea del Ocean Policy del WWF: "L'installazione di telecamere sui vascelli consentirebbe di identificare - spiega l'esperta - le specie colpite ma anche di misurare il fenomeno del cosiddetto bycatch, ovvero le catture accessorie quando si intende pescare altri pesci. La misurazione in base alle zone e ai periodi permetterebbe di fare un lavoro molto importante sulla prevenzione del rischio".

Sempre secondo il WWF il 40% del pescato mondiale è catturato in modo non intenzionale e viene rigettato in acqua morto o moribondo. Per gli ambientalisti, le telecamere potrebbero porre un freno al fenomeno ma i pescatori non sembrano convinti, perché, come spiega l'associazione Europêche, sarebbe meglio ospitare semplicemente degli osservatori a bordo piuttosto che essere osservati tutto il tempo.

Sistemi di videosorveglianza sono già in uso in diversi pescherecci in Australia, Canada e Stati Uniti. Per le Ong, questa misura servirebbe a sensibilizzare di più gli operatori dell'industria ittica.