ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bielorussia: settima domenica di proteste, 100mila persone in piazza a Minsk

euronews_icons_loading
Bielorussia: settima domenica di proteste, 100mila persone in piazza a Minsk
Diritti d'autore  AP/TUT.by
Dimensioni di testo Aa Aa

Più di centomila persone sono scese in strada anche questa domenica a Minsk nella giornata che in Bielorussia segna l'inizio di un'altra settimana di proteste, la settima, contro il governo di Aleksander Lukashenko.

Le immagini arrivate dalla capitale sono quelle diventate familiari nelle ultime settimane: manifestanti che sfilano pacificamente e centinaia di agenti in tenuta antisommossa a presidiare gli accessi al centro, protetti da barriere di filo spinato.

Stando ad alcune ong sul campo anche in questa occasione sono decine i manifestanti identificati e arrestati dalle forze di sicurezza. Non solo a Minsk, ma anche a Brest e Grodno, dove la polizia ha usato i gas lacrimogeni sul corteo che sfilava per le strade della città.

Anche ieri, nel corso di una manifestazione meno partecipata a Minsk, erano state arrestate centinaia di persone, in gran parte donne.

Come rappresaglia per la brutale repressione attuate dopo le elezioni, un gruppo di hacker ha diffuso su vari canali telegram i dati personali di un migliaio di membri delle forze sicurezza bielorusse.

"Nessuno rimarrà anonimo, nemmeno sotto un passamontagna", si legge nel comunicato del gruppo diffuso su Telegram dal canale di notizie dell'opposizione Nexta Live. Il ministero dell'Interno ha annunciato che identificherà e punirà i responsabili della fuga di dati.