Braccio di ferro sui migranti tra Palermo e Roma

euronews
euronews Diritti d'autore euronews
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente della Regione Siciliana Musumeci rilancia: "Se il governo non interviene ci rivolgeremo alla magistratura"

PUBBLICITÀ

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci insiste: il suo provvedimento per svuotare gli hotspot dell'isola dai migranti è legittimato dalla competenza delle Regioni in materia sanitaria, e al governo, che rivendica l'esclusiva competenza in materia di migranti, manda un nuovo duro messaggio: "Aspettiamo fino a stasera. Il Viminale dice: "le competenze sono nostre", bene allora esercitatele. Diteci se è vostra anche la competenza sanitaria. Se è vostra siete fuorilegge".

L'iniziativa con cui il governatore accelera il dibattito sulla gestione dei flussi migratori, raccoglie il plauso della Lega e di Fratelli d'Italia, e critiche dalle forze del centrosinistra e anche da alcuni sindaci, come Roberto Ammatuna, primo cittadino di Pozzallo, che boccia l'ordinanza: "Le prove di forza non servono", ha dichiarato al Corriere della Sera.

Intanto, nave Aurelia, noleggiata per far trascorrere la quarantena ai migranti, da ieri a Lampedusa, non ha ancora avviato il trasbordo di una parte dei più di 1200 ospiti dell’hotspot di contrada Imbriacola, come annunciato nei giorni scorsi.

Infine continuano i soccorsi in mare da parte delle navi umanitarie. In un solo giorno nave Sea Watch ha recuperato 204 migranti, cento dei quali soccorsi a 50 miglia a Nord dalla costa libica: 30 erano in ipotermia, altri intossicati dal carburante.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Migranti, l'Albania approva l'accordo sui Cpr dell'Italia

Germania, ancora seimila persone in piazza contro l'estrema destra

Migranti, sì all'accordo tra Italia e Albania: esulta il governo Meloni, critiche le ong