EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Scozia: sei feriti in un accoltellamento a Glasgow, ucciso l'aggressore

Scozia: sei feriti in un accoltellamento a Glasgow, ucciso l'aggressore
Diritti d'autore @JATV_Scotland/JATV_Scotland
Diritti d'autore @JATV_Scotland/JATV_Scotland
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ancora sconosciute identità e movente dell'aggressore. La polizia per ora esclude la pista del terrorismo

PUBBLICITÀ

Non è ancora stata resa nota l'identità dell'uomo che ha accoltellato diverse persone, ferendone almeno sei, in un albergo del centro a Glasgow, in Scozia, prima di essere ucciso dai poliziotti arrivati sul posto. Tra i feriti, di età compresa tra i 17 e i 53 anni, c'è anche un agente. I media britannici in un primo momento avevano parlato di altri due morti ma la notizia non è stata confermata.

Gli agenti sono arrivati sul posto dell'aggressione pochi minuti dopo aver ricevuto la segnalazione. ll poliziotto pugnalato ha 42 anni: è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche.

Qualche ora dopo le autorità, pur invitando la cittadinanza a non dirigersi verso il centro, hanno fatto sapere di avere la situazione sotto controllo. Resta il mistero sul movente: fonti del ministero della Difesa hanno fatto sapere che è ancora presto per stabilire se sia trattato di un attacco terroristico.

"Questo è stato un pomeriggio terribile per la città di Glasgow, in particolare per coloro che sono stati direttamente coinvolti - ha detto la premier scozzese Nicola Sturgeon - ma anche per le persone che hanno assistito a quello che è accaduto. Penso che nelle prossime ore non sarò l'unica in Scozia a pensare a tutti colto che sono stati in qualche modo colpiti da ciò che è successo".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito, Starmer vuole ricostruire le relazioni con l'Unione europea

Wimbledon: Alcaraz batte Djokovic, Kate Middleton consegna il premio

Come potrebbero cambiare le politiche migratorie del Regno Unito con un governo laburista