ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: l'Italia approva il decreto Rilancio, la commozione di Teresa Bellanova tocca tutti

euronews_icons_loading
Covid-19: l'Italia approva il decreto Rilancio, la commozione di Teresa Bellanova tocca tutti
Diritti d'autore  Ronald Zak/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Ritorno lento alla normalità cadenzato al ritmo di gesti nuovi e inquietudine nuova di fronte a una recrudescenza dei contagi in alcune zone d'Europa. Mentre i francesi riaprono scuole e boutique, il regno Unito se la prende con il premier perché poco chiaro nel definire la Fase2 iniziata questo mercoledì. In Italia finalmente è stato approvato il decreto Rilancio che dovrà ridare ossigeno a un'economia esangue, Mentre Vienna offre ai suoi cittadini caffè e cene in ristorante

Liberté velata di pessimismo tra i francesi

Assaporano appena la ritrovata liberté i francesi, che hanno iniziato le de-escalation l'11 maggio, eppure si dicono pessimisti e temono un nuovo lockdown, mentre oltre 400.000 botteghe hanno alzato le saracinesche e migliaia di bambini hanno ritrovato la via della scuola. Con oltre 26 mila, il presidente Emmanuel Macron non può permettersi assi falsi e si tiene in perenne contatto con i prefetti pronto a fare un passo indietro se fosse necessario.

Il Regno Unito e un lockdown a più velocità

Si procede a più velocità oltremanica, dove un modesto de confinamento è iniziato questo mercoledì, ma le misure non valgono per Scozia, Galles e Irlanda del Nord che decidono in semi- autonomia e che sono ancora in fase di lockdown.

Con oltre 200 mila contagi e oltre 32 mila morti, il Regno Unito svetta nell'infausta classifica covid europea. Critiche trasversali piovono sul premier Boris Johnson, ricoverato il mese scorso per l'infezione al St. Thoma Hospital (dove è stato tre giorni anche in terapia intensiva), accusato di mancanza di chiarezza nell'allentare le misure di sicurezza e di reagire tardivamente per proteggere le Rsa, verranno destinati, circa 670 milioni di euro, dove si contano oltre 8000 decessi per coronavirus.

La commozione di Teresa Bellanova

In Italia, è stato finalmente approvato il decreto Rilancio da 55 miliardi di euro per rispondere all' emergenze della crisi. E' una maxi manovra, ha detto il premier Conte, che contiene misure per i lavoratori, le imprese, la sanità, la protezione civile, la scuola, lo sport, la cultura. Che vogliono essere una premessa per la ripresa. E la ripresa non sono parole al vento -il vento che a Ladispoli ha ridato fiato ai surfisti- la ripresa oggi ma si incarna nelle parole emozionate della ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, che commuovendosi ha detto, da oggi, "gli invisibili saranno meno invisibili", riferendosi ai braccianti. "Oggi vince lo Stato, perché è più forte di criminalità e caporalato".

E mentre l'Italia si gioca il futuro, Vienna distribuisce voucher da 25-50 euro per andare al bar e a mangiar fuori.