ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: l'altalena dei numeri in Spagna non frena la Fase 2

euronews_icons_loading
Covid-19: l'altalena dei numeri in Spagna non frena la Fase 2
Diritti d'autore  Emilio Morenatti/Copyright 2020 The Associated Press.
Dimensioni di testo Aa Aa

Un'altalena che non dà pace quella dei morti da Covid-19 in Spagna dove lunedì si sono registrati 331 morti contro i 288 di domenica, dato che porta i decessi totali a più 23.500 casi dall'inizio della crisi.

Sale anche il numero dei guariti, oltre 100 mila persone il che significa più della metà degli infettati.

0.26 Fernando Simón, direttore dell'Unità di crisi: "Tornano a salire i decessi dopo diversi giorni in cui eravamo a sotto 300. E' sempre triste, ma l'evoluzione trova la sua base nei nuovi contagi che comunque stanno diminuendo. E tutto questo ci dà speranza".

In Spagna dove nelle ultime settimane si è assistito a un allentamento delle misure restrittive è stato lanciato uno studio per cui 36 mila famiglie verranno sottoposte a tampone ogni 21 giorni per cercare di capire l'evoluzione dell'infezione.

Il test permetterà di verificare come si trasmette il virus all'interno di un nucleo familiare.

E dal due maggio la Spagna apre alle passeggiate anche per over 65, l'ha sottolineato il ministro spagnolo della Sanità, Salvador Illa, che ha precisato che sarà consentito anche alle persone over 65 se gli indicatori della pandemia da coronavirus saranno tali da poter sollevare questa restrizione.

Intanto da ieri i minori di 14 sono tornati a respirare a pieni polmoni per un'ora e accompagnati da un adulto. La Spagna ha imposto da subito una quarantena severissima per i bambini.