ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Pandemia, in crescita anche la dipendenza da gioco d'azzardo online

euronews_icons_loading
Pandemia, in crescita anche la dipendenza da gioco d'azzardo online
Diritti d'autore  Wayne Parry/Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli esperti di dipendenze lanciano un allarme: tra gli effetti collaterali dell'isolamento sanitario a cui sono costretti milioni di cittadini europei c'è quello del gioco d'azzardo on line. Un legame, quello tra isolamento e ludopatia, confermato dalle campagne pubblicitarie britanniche, in cui i colossi delle scommesse si rivolgono proprio ai cittadini in isolamento, che per gli esperti sono da considerare categorie vulnerabili.

Carolyn Harris, parlamentare britannica e presidente della Commissione parlamentare sul gioco d'azzardo: "Sono sempre di più le persone si rivolgono al gioco d'azzardo online, alcuni per noia, altri perché hanno un problema di dipendenza, magari sono stati influenzati dalla pubblicità e non riescono a resistere alla tentazione".

La pubblicità del gioco d'azzardo

Alex Macey, uscito dalla dipendenza patologica dal gioco d'azzardo e ora si batte per evitare ad altri la stessa esperienza, conferma il potere seduttivo della pubblicità. "Mi ero perso nella nebbia del gioco... Se queste condizioni tornassero a ripresentarsi mi crerebbero molta ansia, e mi spingerebbero a scommettere di più". Alex racconta di persone che lo hanno contattato per paura di finire nel vortice del gioco: "Passano molto più tempo sui social media e stanno vedendo apparire queste pubblicità, poi magari ci cliccano sopra e all'improvviso il loro conto bancario si svuota. Si è un momento davvero rischioso per tanta gente"

Commissione parlamentare

Il governo ha avviato una indagine su larga scala sul problema della dipendenza dal gioco d'azzardo. I volontari chiedono che la ricerca affronti anche il tema della pubblicità e dei mezzi usati dalle società per procurarsi nuovi clienti.

Carolyn Harris: "Il rischio è che molte persone possano diventare giocatori d'azzardo problematici proprio in queste settimane, perché è una attività facile da svolgere, e dunque è molto, molto facile spendere tutti i soldi che si hanno". Infine, il gioco on line, disponibie a ogni ora è terreno di conquista delle mafie. Nella sola Italia a fronte di 400 siti di scomesse legali se ne sono scoperti oltre 1000 completamente illegali.