ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: Spagna al collasso. La Germania offre aiuto alla Francia

euronews_icons_loading
Coronavirus: Spagna al collasso. La Germania offre aiuto alla Francia
Diritti d'autore  (AP Photo/Manu Fernandez
Dimensioni di testo Aa Aa

Vademecum per gli ospedali: "Priorità nelle cure a chi ha più possibilità di farcela"

Piegata dal coronavirus e con i suoi ospedali prossimi al collasso, la Spagna si avvicina al momento di dover scegliere chi lasciar morire. Prediligere nelle cure chi ha più probabilità di sopravvivenza, questo dice il vademecum del gruppo di lavoro di bioetica della Società spagnola di medicina intensiva, nel momento in cui il Paese sfiora i 25.000 casi e supera le 1.300 vittime.

AP Photo/Manu FernandezManu Fernandez

Situazione critica a Madrid. Solo nella capitale un terzo dei contagi del Paese

"Alcune unità di cura sono prossime al punto di rottura - il bilancio del direttore centro coordinamento emergenze, Fernando Simon -. E' vero però al contempo che si stanno adottando numerose misure". Particolarmente sollecitate le strutture sanitarie di Madrid, che da sola conta un terzo dei contagi totali. Per alleggerire la pressione, assieme ad alcuni hotel, anche gli spazi dell'IFEMA, la principale fiera commerciale della città, sono stati convertiti in ospedale da campo con più di 500 posti letto per consentire l'accoglienza dei malati. "Il peggio deve però ancora venire - ha messo in guardia il Ministro della Salute, Salvador Illa -. Il picco non è ancora arrivato".

La nostra mappa interattiva, con l'aggiornamento in tempo reale di contagi e decessi in tutto il mondo.

Ospedali da campo e attesa del picco. Cronache dalla Francia

Picco atteso entro una decina di giorni in Francia, dove si accelera nella costruzione di un ospedale da campo a Mulhouse, per alleggerire la pressione nei pressi di Colmar e Mulhouse: focolaio in Alsazia da cui è partita l'epidemia di un Paese, ormai costretto a fare ricorso anche all'esercito per contrastare oltre 12.000 contagi e più di 450 vittime. Si allunga intanto la lista dei dipartimenti che per precauzione chiudono l'accesso a parchi, foreste e spiagge, mentre lascia perplessi il mancato divieto di mercati all'aperto. Un caso che le autorità hanno spiegato con l'esigenza di conciliare le misure di sicurezza per il contenimento del virus con l'esigenza di un paese e di un'attività economica che devono comunque continuare ad andare avanti. "I mercati all'aperto restano aperti e tollerati - ha spiegato ail sottosegretario all'Interno Laurent Nunez - fintanto che rispettano le misure precauzionali obbligatorie".

AP Photo/Thibault CamusThibault Camus

La Germania offre aiuto alla Francia

L'aviazione militare ha trasportato altri sei pazienti dall'Alto Reno, la zona più colpita, a Bordeaux. Si cerca così di alleviare gli ospedali vicini al collasso. Il land tedesco confinante, il Baden-Wuerttemberg, ha teso una mano alla Francia e si è detto pronto ad ospitare i pazienti che hanno bisogno di supporto respiratorio.

Confinamento anche in Baviera

In Germania è la Baviera lo Stato più colpito. Anche qui si sono limitati gli spostamenti per due settimane da venerdì. Si può uscire di casa solo lo stretto necessario.

Misure restrittive presi anche da altri Stati, ma il governo centrale non ha ancora dichiarato lo stato d'emergenza. La cancelliera Angela Merkel ha invitato tutti a stare a casa.