ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Slovacchia: la fragile democrazia in gioco alle prossime elezioni

Slovacchia: la fragile democrazia in gioco alle prossime elezioni
Diritti d'autore  Roman Hanc - AP
Dimensioni di testo Aa Aa

In Slovacchia sta succedendo qualcosa di mai visto prima d'ora nel paese, il tutto in nome del cosidetto cambiamento.

Le elezioni parlamentari del prossimo 29 febbraio si sono trasformate in un campo di battaglia forze liberali filo-europee ed estremisti di destra.

Un omicidio che ha segnato il Paese

A dare il via a questa nuova tensione politica è stato l'assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak e della sua fidanzata, assassinati nella loro casa nel 2018. Kuciak stava investigando su dei casi di corruzione ai massimi livelli dello stato.

L'idea che sia stato messo a tacere da persone coinvolte nella politica è stata rafforzata da un'indagine per omicidio che ha messo in luce risvolti inquietanti, come spiega Viktoria Jancosekova, del Wilfried Martens Centre for European Studies.

"L'indagine sull'omicidio di Jan Kuciak e Martina Kusnirova ha rivelato che lo stato slovacco funziona davvero come un sistema cleptocratico che si arricchiva collaborando con la mafia. Tutto questo mi ricorda i tempi più bui dei Balcani quando quei paesi erano in mano alle mafie".

L'estrema destra guadagna consensi

Il partito di centro sinistra al potere, SMER-SD, afferma di voler restaurare una certa decenza nella vita politica. Ma la classe politica slovacca sta già facendo i conti con le conseguenze dell'omicidio di Kuciak. Il primo ministro socialista Peter Pellegrini, che ha assunto l'incarico poche settimane dopo l'assassinio probabilmente verrà sconfitto e i sondaggi condotti in vista delle elezioni mostrano profonda sfiducia nelle istituzioni slovacche. Un momento d'oro per strappare consensi per il partito nazionalista, che si attesta al secondo o terzo posto.

"Abbiamo visto che nelle precedenti elezioni parlamentari che lo stato di diritto non era una priorità. Il dibattito si concentrava su economia e immigrazione. In queste elezioni lo stato di diritto è invece centrale. L'assassinio ha aperto un vaso di Pandora e credo che il popolo slovacco abbia capito l'importanza dello stato di diritto, dell'indipendenza della magistratura e della lotta alla corruzione nel paese. Per questo ha ha iniziato a essere uno degli elementi più importanti della discussione politica in Slovacchia", spiega Jakub Jaraczewski, analista presso Democracy Reporting International.

la geometria del prossimo governo potrebbe essere molto variabile e da queste elezioni potrebbe dipendere la svolta democratica o meno del paese.