ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Usa, il Senato lega le mani a Trump contro l'Iran

euronews_icons_loading
Usa, il Senato lega le mani a Trump contro l'Iran
Diritti d'autore
AP Photo/Vahid Salemi
Dimensioni di testo Aa Aa

Una risoluzione approvata a sorpresa dal Senato americano vieta qualsiasi atto di guerra degli Stati Uniti contro l'Iran senza l'approvazione preliminare del Congresso. Il provvedimento, chiamato Iran war powers resolution, è stato presentato dai democratici e approvato, a sorpresa, grazie al voto di otto senatori repubblicani. E questo, nonostante il presidente Donald Trump avesse dichiarato solo poche ore prima che il provvedimento avrebbe reso meno sicuro il Paese.

"Il presidente degli Stati Uniti - ha dichiarato Tim Kaine, senatore di opposizione - che sia Trump o chiunque altro deve poter difendere il Paese da un attacco imminente senza chiedere il permesso a nessuno. Ma questa istituzione è il luogo dove si deve decidere se intraprendere un'offensiva o un'azione militare. Il mondo sa che lo faremo".

Mai più un caso Soleimaini?

"Chi ha proposto questo provvedimento - ha ribattuto il senatore di maggioranza James Risch - puntava a una pacificazione con l'Iran. Ma ci abbiamo già provato e non ha funzionato. L'amministrazione precedente ha offerto la mano ed è stata tradita".

Sulla risoluzione ci si aspetta che Trump ponga il veto. In caso contrario le truppe impegnate in operazioni con l'Iran senza uno specifico mandato del Congresso dovrebbero essere assegnate ad altro incarico. Un'operazione come l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani, avvenuta a inizio anno in Iraq per ordine del presidente Trump, sarebbe impossibile.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.