ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Diga Brumadinho: un anno fa il disastro

euronews_icons_loading
Diga Brumadinho: un anno fa il disastro
Diritti d'autore
AP - Flavio Tavares
Dimensioni di testo Aa Aa

La gente non dimentica le 272 vite umane perdute nel disastro della diga braisiliana di Brumadinho. È una catastrofe avvenuta nel pomeriggio del 25 gennaio 2019 a seguito del cedimento di un bacino di decantazione di una miniera di ferro presso il villaggio nello stato brasiliano del Minas Gerais. A un anno da quel maledetto pomeriggio si sono teneute manifestazioni di commemorazione.

Finora i manager dell'azienda proprietaria, fra i maggiori produttori mondiali di ferro, con un business da 32,5 miliardi e 55mila dipendenti sono stati accusati di omicidio e devastazione ambientale, delitti per cui rischiano tra i 12 e i 30 anni di prigione. Secondo i pm incaricati delle indagini, l'azienda Vale sarebbe stata a conoscenza del precario stato dell’invaso di Brumadinho fin dal novembre 2017. E avrebbe ignorato l’allarme.

Ora toccherà al giudice decidere se l’inchiesta della Procura ha fondamento sufficiente per processare i sedici manager ed esperti indicati.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.