EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

La diplomazia europa in fibrillazione lancia inviti alla distensione all'Iran

La diplomazia europa in fibrillazione lancia inviti alla distensione all'Iran
Diritti d'autore Copyright 2019 The Associated Press. All rights reservedVirginia Mayo
Diritti d'autore Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dopo l'atto di guerra degli USA nei confronti dell'Iran con l'eliminazione del generale iraniano Soleimani l'occidente teme una reazione sconsiderata di Teheran

PUBBLICITÀ

L'Europa osserva con preoccupazione la situazione esplosiva che si è creata nel golfo persico con l'eliminazione da parte degli USA del generale iraniano Qassem Soleimani. Josep Borrel ministro degli esteri dell'Unione chiede di ridurre la tensione ed ha mandato un messaggio tweet relativo ad un suo invito al ministro degli affari esteri iraniano Javad Zarif in cui consiglia l'Iran a non fare mosse azzardate. Borrel ha inoltre invitato Zarif a Bruxelles per discutere anche della conservazione dell'accordo nucleare con Teheran.

Anche a Londra c'è preoccupazione

Il ministro degli Esteri del Regno Unito, intende anch'egli rivolgersi all'Iran. Secondo lui una guerra non è nell'interesse di nessuno. "Le uniche persone che potrebbero guadagnarci sarebbero Daesh e i terroristi che sfrutterebbero l'occasione - ha precisato Dominic Raab - stiamo mettendo in moto tutta la rete diplomatica, i nostri partner - gli Stati Uniti, i paesi europei e i paesi della regione - per far passare forte e chiaro questo messaggio".

Il precedente della petroliera britannica sequestrata nello Stretto di Hormuz dagli iraniani

Dopo che una petroliera britannica è stata sequestrata dall'Iran lo scorso luglio nello Stretto di Hormuz, Raab ammette di aver preso provvedimenti per proteggere le aziende, compresa le compagnie di navigazione attive nel Golfo Persico che resta un crocevia di traffici di prima grandezza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Coronavirus, Il China Daily stravolge l'editoriale a firma dell'ambasciatore Ue a Pechino

Perché le tensioni mesopotamiche provocano la guerra dei metalli

State of the Union: il 2020 inizia già in salita