ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Netanayahu chiede di avvalersi dell'immunità

Netanayahu chiede di avvalersi dell'immunità
Diritti d'autore
Ohad Zwigenberg/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu ha deciso di avvalersi della immunità parlamentare. Lo ha annunciato a un mese dalla incriminazione, a lui comminata, avvalendosi delle reti televisive. Il premier ha invocato l'immunità come suo diritto e insieme suo dovere "nei confronti dei cittadini" contro quelle che definisce "indagini pretestuose". L'immunità, ha aggiunto, avrà carattere temporaneo per poi presentarsi in tribunale e difendersi nel processo.

Contrario soprattutto il suo principale rivale, Benny Gantz, leader del partito centrista Blu Bianco, che ha annunciato che farà tutto il possibile per impedire che a Netanyahu sia concesso il beneficio.

Certo il procedimento di immunità deve essere prima approvato dalla Knesset: dapprima in una apposita commissione parlamentare e poi nell'aula plenaria, come ormai avviene dal 2005. Due degli ultimi tre casi di parlamentari che hanno chiesto l'immunità hanno incontrato il niet del parlamento israeliano.

E' soltanto di ieri, 31 dicembre, inoltre la decisione della Corte Suprema di Gerusalemme di non esprimersi sulla eventuale idoneità del premier a ricevere l'incarico di formare il governo dopo le politiche del 2 marzo alla luce delle sue incriminazioni per corruzione, frode e abuso di ufficio. Una non-decisione a cui i tre giudici, sono arrivati dopo due ore di consiglio

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.