ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Natale: la triste vigilia dei cristiani rimasti in Siria

euronews_icons_loading
Cristiani a Daraa in Siria
Cristiani a Daraa in Siria   -   Diritti d'autore  fermo immagine del video
Dimensioni di testo Aa Aa

E' un Natale triste per i cristiani rimasti in Siria. Le famiglie sono smembrate a causa della guerra e in città sono rimasti solo gli anziani. Ma c'è chi non si arrende come il prete della chiesa Sayyidet Al-Beshara di Daraa, città a sud della Siria. Ha riparato il tetto colpito da un razzo e ha ripulito da cima a fondo la chiesa per la vigilia di Natale. "Prima dell'inizio della guerra più di 500 famiglie cristiane vivevano a Daraa, almeno la metà sono andate via" dice il prete a Afp. Nella messa di domenica scorsa c'erano solo poche decine di fedeli. Prima qui le chiese cristiane erano tre: ora è rimasta solo questa in piena attività.

fermo immagine del video
Il prete ha fatto di tutto per sistemare la chiesa per la vigilia di Natalefermo immagine del video
prete della chiesa di Daraa
Gerges Rizkprete della chiesa di Daraa
Ora ci sono aree in cui non esiste un solo cristiano. Non so quanto durerà questa situazione. Ci sono villaggi o aree abitate solo da poche persone anziane. Nella città di Daraa, circa metà della popolazione cristiana se ne è andata
Gerges Rizk
prete di Daraa

Non va meglio nella chiesa greco-ortodossa di Izraa, a nord di Daraa. Questa signora di 76 anni è rimasta da sola e non ha voglia di festeggiare.

residente a Izraa
Wasila Thiabresidente a Izraa
Ho sei figlie, la più grande è nata nel 1964, lei e i suoi figli se ne sono andati dopo la morte del marito e anche gli altri se ne sono andati
Wasila Thiab
anziana residente a Izraa