ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Un "Clásico" con disordini e scontri: Barcellona-Real Madrid diventa la scintilla della protesta

euronews_icons_loading
Proteste a Barcellona contro il governo spagnolo. Anche indossando la maglia di Messi.
Proteste a Barcellona contro il governo spagnolo. Anche indossando la maglia di Messi.   -   Diritti d'autore  Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved   -   Joan Mateu
Dimensioni di testo Aa Aa

BARCELLONA (SPAGNA) - In campo è finita 0-0, senza molte emozioni (otto ammoniti e un gol annullato a Bale), ma questo "Clásico" Barcellona-Real Madrid di calcio verrà ricordato per una serata di tensione, proteste e scontri prima, durante e dopo la partita.

Mercoledi sera circa 25.000 persone si sono riunite all'esterno dello stadio "Camp Nou" di Barcellona sognando l'indipendenza della Catalogna.
All'interno dello stadio, invece, in 100.000 sognavano grandi imprese dei calciatori blaugrana e blancos.

Il movimento separatista catalano aveva promesso di approfittare della copertura mediatica globale del Clasico, per spiegare le ragioni della protesta.

"Anche la situazione in Catalogna non è normale..."

Tra i manifestanti, anche normalissime tifose come Antonia Beltran:
"Non si tratta di un normale 'Clasico'. Ma anche la situazione in Catalogna non è normale. Chiediamo la liberazione dei nostri prigionieri politici. Inoltre, una partita contro il Madrid è sempre speciale. Ma la cosa più importante è l'ingiustizia in Catalogna".

Euronews
Anna Beltran durante l'intervista all'esterno dello stadio "Camp Nou".Euronews

Due mesi dopo

Barcellona-Real Madrid si è giocata quasi due mesi dopo il rinvio dello scorso 26 ottobre, quando la partita fu rinviata su consiglio delle autorità, in un momento in cui la tensione per la situazione in Catalogna era, se possibile, ancora più alta.

AP
I manifestanti hanno indossato anche maschere raffiguranti il volto di Messi.AP

Anche stavolta, tuttavia, il problema della sicurezza è stato affrontato con decisione, a tal punto che le due squadre sono state entrambe alloggiate nello stesso hotel vicino allo stadio, sotto la stretta sorveglianza della polizia.

Ma i disordini ci sono stati soprattutto per le strade, con violenti scontri tra i manifestanti e i Mossos d'Esquadra, con lancio di pietre e bottiglie contro gli agenti e cassonetti della spazzatura dati alle fiamme.

Bilancio: 55 feriti (di cui due gravi) e 9 arresti.

Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Presi di mira anche i mezzi dei Mossos d'Esquadra.Copyright 2019 The Associated Press. All rights reservedJoan Mateu

I motivi della protesta

Oltre all'indipendenza della Catalogna, gli attivisti catalani chiedono al governo spagnolo la liberazione dei nove leader del movimento in carcere dopo i fatti legati al referendum del 1° ottobre 2017.

Le proteste in una notte di dicembre per una partita di calcio dimostrano che la rabbia dei catalani è ben lungi dall'essersi spenta.

Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Benzema e Piquè a fine partita.Copyright 2019 The Associated Press. All rights reservedBernat Armangue