ULTIM'ORA

Texas, incendio in un impianto petrolchimico: è il quarto in otto mesi. Allarme ambientale

L'incendio al TPC Group Petrochimical Plant di Port Neches, in Texas. 27.11.2019.
L'incendio al TPC Group Petrochimical Plant di Port Neches, in Texas. 27.11.2019. -
Diritti d'autore
REUTERS/Erwin Seba
Dimensioni di testo Aa Aa

PORT NECHES (USA) - Due forti esplosioni in uno stabilimento petrolchimico del gruppo TPC a Port Neches (Texas), avvenute una nella notte e l'altra nel pomeriggio di mercoledi, hanno fatto divampare un gigantesco incendio, causato tre feriti tra i lavoratori - medicati in ospedale e già dimessi - e provocato un allarme ambientale in tutto lo stato.

"Evacuazione necessaria"

"Abbiamo deciso prima per un'evacuazione totale in un raggio di mezzo miglio e solo una nuova chiamata e un sopralluogo dell'impianto abbiamo deciso di allargare l'evacuazione, assolutamente necessaria, all'interno di quattro miglia (circa 6,5 km) dalla zona dell'incidente", spiega il responsabile emergenze della contea di Jefferson, MIke White.

Mike White, responsabile delle emergenze nella contea di Jefferson (Texas).

Ai 60.000 residenti di quattro piccole città del Texas orientale (la stessa Port Neches, ma anche Groves, Nederland e Port Arthur), è stato quindi ordinato di evacuare il più velocemente possibile loro case.

Una colonna di fumo nero, visibile da chilometri di distanza, ha rilasciato nell'aria composti organici volatili che - secondo la Commissione sulla qualità ambientale del Texas - possono causare mal di testa, mal di gola, nausea e problemi respiratori. Oltre ad un notevole innalzamento dei livelli di inquinamento atmosferico.

Immagine apocalittica.

Nonostante l'impegno dei Vigili del Fuoco, l'incendio allo stabilimento non è ancora stato domato del tutto.

"Come una scossa di terremoto"

"È come se l'intera casa stesse tremando. È stato come una scossa di terremoto", spiega una delle residente costrette ad abbandonare la casa.

Secondo TPC Group non è ancora chiara la causa delle esplosioni e non è ancora possibile quantificare i danni, comunque ingenti.

TPC elabora prodotti petrolchimici per l'uso nella produzione di gomma sintetica, nylon, resine, plastica e MBTE, un additivo della benzina. L'azienda fornisce più di un terzo della produzione di butadiene in Nord America.
Nello stabilimento di Port Neches sono impegnati 175 dipendenti, `più altri 50 "stagionali".

Sul proprio sito web, TPC ha espresso la propria intenzione di fare il massimo per evitare ulteriori danni.

"In questo momento, la nostra attenzione è concentrata sulla protezione delle condizioni di sicurezza dell'impianto e dei lavoratori, riducendo al minimo l'impatto sull'ambiente di lavoro".
TPC Group

Troppi incidenti: solo una fatalità?

Da marzo 2019, questo è il quarto incidente "chimico" a verificarsi in Texas.

Un incendio,a metà marzo, si è sviluppato in un complesso di stoccaggio chimico fuori Houston: è stato spento solo dopo tre giorni.
Appena due giorni dopo, un altro incendio ha travolto lo stabilimento KMCO LLC, nel distretto industriale a nord-est di Houston, con un bilancio drammatico: un lavoratore morto e un altro ferito gravemente.
Infine, in luglio, un rogo all'impianto della Exxon Mobil Corp di Baytown ha causato 37 feriti.

Toby Baker, direttore esecutivo di TCEQ (l'ente di controllo della qualità dell'aria), ha criticato quella che ha definito "una tendenza inaccettabile di incidenti significativi" nello stato e si è impegnato a riesaminare la conformità del Texas nei confronti della legislazione su questi stabilimenti chimici.

L'incendio durante la notte, non ancora domato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.