EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Lettera aperta: "Assange deve essere curato o potrebbe morire in carcere"

Lettera aperta: "Assange deve essere curato o potrebbe morire in carcere"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Circa 60 medici hanno scritto al ministro dell'Interno britannico sulle precarie condizioni di salute del fondatore di Wikileaks

PUBBLICITÀ

Julian Assange sta male e può morire in prigione se non verrà curato con urgenza. Lo scrivono oltre sessanta medici di diverse nazionalità nella lettera aperta indirizzata al ministro dell’Interno britannico Priti Patel.

Secondo i firmatari del documento, il fondatore di Wikileaks soffre di problemi fisici e psicologici e ha bisogno di essere ricoverato in un ospedale «attrezzato e con personale esperto». Nella lettera, i medici avanzano anche seri dubbi sulla possibilità che Assange possa sostenere il processo sulla richiesta di estradizione negli Usa, fissato nel febbraio 2020.

Il 48enne è detenuto in un carcere britannico dallo scorso maggio per aver violato i termini della libertà vigilata, dopo che l’Ecuador gli aveva revocato il diritto di asilo. Di recente la Svezia ha lasciato cadere le accuse di stupro contro di lui, ma restano in piedi quelle di spionaggio e i 18 capi di imputazione che Assange deve affrontare negli Stati Uniti: tra questi, quello di aver messo a rischio fonti governative con la pubblicazione di centinaia di migliaia di cablogrammi e documenti riservati sulle manovre dell’esercito americano in Iraq e in Afghanistan.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Julian Assange non sarà estradato negli USA, la gioia degli attivisti

GB: Assange, ad ore il verdetto sull'estradizione; negli USA rischia l'ergastolo

Assange: a febbraio 2020 la prima udienza sulla richiesta di estradizione