EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Iraq: almeno 9 manifestanti uccisi nelle proteste contro il governo

Un manifestante a Bassora
Un manifestante a Bassora Diritti d'autore REUTERS/Essam al-Sudani
Diritti d'autore REUTERS/Essam al-Sudani
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Proteste a Baghdad e altre città nel sud del Paese: le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco sui manifestanti e usato i lacrimogeni

PUBBLICITÀ

Sono almeno nove i manifestanti uccisi oggi dalle forze di sicurezza irachene a Baghdad e in altre città nel sud del Paese durante le proteste antigovernative. Nel bilancio anche decine di feriti.

Tre dimostranti sono morti a Umm Qasr, la principale città portuale del paese, non lontano da Bassora. Bloccate le vie d'accesso alla città.

Quattro i morti a Nassiriya, dove le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco e usato i lacrimogeni per disperdere i manifestanti che si erano riuniti su tre ponti della città situata nel sud est del Paese.

A Baghdad due manifestanti sono stati uccisi durante le proteste andate in scena nella notte. Questa domenica la polizia ha bloccato un nuovo tentativo di raggiungere le sedi istituzionali nel centro città.

Dall'inizio delle proteste a ottobre sono oltre 300 i manifestanti uccisi dalle forze dell'ordine.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione

Iraq, attacco contro una base militare: un morto e otto feriti

Medio Oriente: gli Stati Uniti attaccano milizie filo-iraniane in Iraq e Siria