ULTIM'ORA

Catalogna, nuova estradizione richiesta per indipendentisti in Belgio

Catalogna, nuova estradizione richiesta per indipendentisti in Belgio
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Una nuova battaglia legale transfrontaliera si riapre per l'ex ministro catalano della cultura Lluis Puig e l'ex consigliere alla sanità della Catalogna Toni Comin, nei confronti dei quali la Spagna ha riattivato i mandati di estradizione per la loro partecipazione al referendum indipendentista dell'ottobre 2017.

La corte belga che si sta occupando del caso ha deciso che la causa si terrà congiuntamente a quella dell'ex leader catalano Carles Puigdemont: tutti e tre si oppongono alla richiesta l'estradizione, sostenendo che in Spagna non gli sarebbe garantito un processo equo.

"In Spagna - Ha detto Comin - non c'è un rispetto tangibile per la separazione dei poteri. E questa settimana il Consiglio d'Europa ha detto allo Stato spagnolo che deve attuare le riforme necessarie per garantire l'indipendenza della magistratura e la depoliticizzazione della giustizia perché il Consiglio ritiene che la magistratura spagnola sia una delle più politicizzate d'Europa".

Puig e Comin, accusati di sedizione e malversazione, hanno espresso profonda sfiducia anche nel nuovo governo progressista appena emerso dall'alleanza tra socialisti e Podemos .

"Questa udienza - ha detto Puig - è un ulteriore passo avanti in questa battaglia giudiziaria internazionale in cui siamo impegnati; ma questo governo 'fantastico' appena 15 giorni fa cercava di chiudere i siti web legati all'indipendentismo catalani in modo dittatoriale, quindi non credo che nei prossimi 15 giorni cambieranno la loro ideologia".

I mandati d'estradizione sono stati riesumati dopo la condanna di altri nove leader separatisti nel processo tenuto il mese scorso a Madrid. Nel frattempo, a poco più di due anni dal referendum non ufficiale organizzato da Puigdemont e il suo governo, un nuovo sondaggio dimostra che il sostegno all'indipendenza è sceso a un nuovo minimo.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.