ULTIM'ORA

ATP Finals: Berrettini battuto da Federer

ATP Finals: Berrettini battuto da Federer
Diritti d'autore
Action Images via Reuters/Tony O'Brien
Dimensioni di testo Aa Aa

LONDRA (REGNO UNITO) - Il destino (e Roger Federer) dicono NO a Matteo Berrettini.

Un girone di ferro, qui alle ATP Finals di Londra, cui il 23enne tennista romano prende parte per la prima, sorprendente volta.

Dopo la sconfitta al primo turno del gruppo Bjorn Borg contro Nole Djokovic, Berrettini è uscito con le ossa rotta anche dal secondo turno, affrontando nientepopodimenoche Roger Federer, ferito nell'orgoglio dopo la battuta d'arresto di fronte a Dominic Thiem.

Action Images via Reuters/Tony O'Brien
Berrettini prova a scherzarci su.Action Images via Reuters/Tony O'Brien

Prova positiva di Berrettini

Buona, comunque, la prestazione di Berrettini, che stavolta ha limitato i danni anche nel punteggio: 7-6 (2) 6-3 a favore dell'inossidabile Federer.
Ma, in particolare nel primo set, Berrettini è stato in grado di dare filo da torcere al 38enne campionissimo svizzero, costringendolo punto su punto ad arrivare fino al tie-break.

Più netta la supremazia di Federer nel secondo set, chiuso 6-3.
"King Roger" torna cosi prepotentemente in lizza per la qualificazione alle semifinali.

Per Berrettini, ora c'è l'impegno di giovedi, contro Thiem, per onora
re al meglio questo Masters di Londra, augurandosi che per lui sia solo il primo di una lunga serie.

"Quarto di finale" Federer-Djokovic

Le ultime speranze di passare comunque il turno, per Berrettini sono state cancellate dalla vittoria di Thiem contro Djokovic.
Di fatto, la terza partita del girone tra Djokovic e Federer sarà un vero e proprio "quarto di finale" per qualificarsi alle semifinali.

Action Images via Reuters/Tony O'Brien
"Ce la farò a battere almeno Thiem?"Action Images via Reuters/Tony O'Brien
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.