ULTIM'ORA

Ceneri centrale Enel, chiesto processo

Ceneri centrale Enel, chiesto processo
Enel, accuse infondate, abbiamo seguito standard internazionali
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – BRINDISI, 14 OTT – La Dda di Lecce ha chiesto il
rinvio a giudizio di 18 persone, di cui 11 manager Enel e 7
della Cementir (ora Cemintaly) di Taranto e delle due stesse
società per illecito amministrativo, nell’ambito dell’inchiesta
sull’impiego di ceneri della centrale Enel di Cerano (Brindisi)
per realizzare cemento. Nell’ambito delle indagini fu sottoposta
a sequestro con facoltà d’uso, nel settembre 2017, l’intera
centrale, poi dissequestrata. Le contestazioni sono di traffico
di rifiuti e attività di gestione non autorizzata. Enel Produzione in una nota “confida che nelle successive
fasi i giudici potranno chiarire definitivamente l’infondatezza
delle accuse e ribadisce di aver sempre agito nel rispetto delle
normative vigenti e delle autorizzazioni della centrale, nonché
in linea con i migliori standard internazionali e con i principi
dell’economia circolare, che privilegiano il recupero dei
rifiuti rispetto all’indiscriminato smaltimento in discarica”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.