Consegnò pizza al Papa, truffava anziani

Consegnò pizza al Papa, truffava anziani
Fermato a Torino, operazione della squadra mobile di Genova
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - GENOVA, 15 SET - È il 23 marzo del 2015. E Papa Francesco in visita pastorale a Napoli riceve una pizza speciale con i colori del Vaticano: mozzarella di bufala, pomodorini gialli e la scritta "W il Papa". A consegnare al Pontefice sulla Papamobile la pizza è Vincenzo "Enzo" Cacialli, all'epoca 43 anni, pizzaiolo e imprenditore noto in città perché gestore, insieme ad alcuni soci, della pizzeria "La figlia del Presidente" nel centro storico di Napoli. Cacialli da quel giorno diviene "Il pizzaiolo del Papa" e viene celebrato da giornali e tv, compresa la Cnn. Lunedì scorso Cacialli è stato arrestato dalla squadra mobile di Genova con l'accusa di essere un truffatore seriale di anziane e pensionate. Le indagini dei poliziotti sono scattate dopo una serie di accertamenti condotti nel capoluogo ligure e a Torino, dove il l'uomo è stato arrestato in flagranza di reato in corso Vittorio Emanuele, per aver raggirato una donna di 85 anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"

Terrorismo: la Danimarca proroga i controlli al confine con la Germania