ULTIM'ORA

Ecofin: frenata sulla revisione delle regole fiscali

Ecofin: frenata sulla revisione delle regole fiscali
Dimensioni di testo Aa Aa

Meglio lasciare le regole come sono, sfruttare la flessibilità e ottenere deroghe quando il deficit è troppo. Si è chiusa ad Helsinki la riunione dei ministri delle finanze europei ed al termine della due giorni il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis ha frenato sulla riforma delle regole fiscali, "Dobbiamo evitare uno scenario in cui apriamo la discussione sulla legislazione senza sapere come chiuderla", ha detto al termine della riunione specificando che sul tema la commissione presenterà ulteriori studi ed analisi entro la fine dell'anno.

Respinta l'istanza di Mattarella e Conte per un nuovo patto di stabilità

Una revisione del patto di stabilità era stata chiesta con forza da Roma ma già all'inizio del vertice Parigi e Berlino si erano mostrate dubbiose.

"Sono molto prudente rispetto all'idea di modificare le regole - ha detto il ministro dell'economia francese Bruno Le Maire - Sarà un dibattito molto difficile, lungo e incerto". La Francia è uno dei Paesi con il deficit più alto e c'è chi sospetta non voglia si alzi il coperchio di un vaso di Pandora.

Contro il rallentamento dell'economia europea, sì alla proposta di Draghi

Per quando riguarda il rallentamento dell'economia in Europa invece, l'orientamento è di sposare la proposta del governatore della BCE uscente, Mario Draghi: maggiori investimenti contro la crisi, soprattutto da parte dei Paesi in surplus. Il presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno ha detto esplicitamente che se la crisi avanzerà i Paesi sono pronti a reagire, ha specificato che durante "la scorsa crisi economica l'eurozona fu capace di trovare un equilibrio combinando politiche fiscali e riforme strutturali a livello nazionale e europeo con la politica monetaria".

Roberto Gualtieri all'ecofin: "contrario a una manovra restrittiva"

All'ecofin è stata la prima volta di Roberto Gualtieri come ministro dell'economia italiano; si è detto contrario a una manovra restrittiva e ha riferito di una certa disponibilità dei Paesi dell'Unione a favorire gli investimenti.

Gualtieri ha anche risposto a una domanda sulle privatizzazioni avviate dal precedente governo dicendo che gli obiettivi sono "irrealistici" e che quindi bisogna procedere con cautela.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.