EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

In Colombia muore la pace. Le Farc riprendono le armi

In Colombia muore la pace. Le Farc riprendono le armi
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ex capi guerriglieri riappaiono in video e dichiarano guerra allo stato colombiano

PUBBLICITÀ

Con i leader delle Farc colombiane Ivan marquez e Jesus Santrich che riprendono le armi, vanno definitivamente al macero gli accordi di pace in Colombia. Un video è apparso nelle reti sociali in cui i nuovamente guerriglieri annunciano la seconda Marquetalia, in onore della prima sollevazione, oltre 50 anni fa.

Marquez non si era mai insediato nel parlamento scomparendo per mesi e Santrich era stato accusato di narcotraffico e rischiava l'estradizione verso gli Stati Uniti.

Dopo la decisione delle forze armate rivoluzionarie colombiane di trasformarsi in partito politico, mantenendo lo stesso acronimo, Farc, era spettato a loro un numero di scranni nel parlamento e il leader Tymoshenko si era addirittura presentato come candidato presidenziale. La popolazione aveva però preso male il piano di pace verso i guerriglieri e la legge di amnistia, bocciata da un referendum popolare, era stata fatta passare in forza in parlamento dall'ex presidente Juan Manuel Santos che grazie agli accordi di pace firmati all'Avana aveva vinto il premio Nobel per la pace.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Colombia, nuovi colloqui con i guerriglieri dell'ELN: il dialogo era fermo dal 2019

Colombia: la pace impossibile per Gustavo Petro

Colombia, la svolta di Petro: mano tesa ai ribelli