EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

25 mila persone hanno manifestato sabato contro il governo romeno del partito Socialdemocratico

25 mila persone hanno manifestato sabato contro il governo romeno del partito Socialdemocratico
Diritti d'autore 
Di Michele Paris
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Decine di migliaia di persone hanno preso parte sabato a una manifestazione di protesta contro il governo di Bucarest promossa da gruppi di romeni residenti all'estero.

PUBBLICITÀ

25 mila persone sono scese nelle piazze della capitale romena sabato sera per protestare contro il governo socialdemocratico.

A un anno esatto da un'altra dimostrazione dispersa con la forza dalla polizia, la protesta è stata promossa da gruppi di romeni che vivono all'estero, frustrati, come i propri connazionali in patria, per la corruzione dilagante e la minaccia all'indipendenza della magistratura.

"Vogliamo un paese normale", ha spiegato una manifestante residente in Norvegia. "La legge è uguale per tutti e tutti dovrebbero rispettarla, altrimenti si finsce nel caos. Le cose non possono funzionare in questo modo, percio' dobbiamo cercare di cambiarle".

Per Mircea Toma della ONG Active Watch, "la Romania sta vivendo un periodo di rinascita". "Negli ultimi 5 anni, le persone hanno iniziato a lavorare assieme per aggiustare le cose".

Negli ultimi due anni e mezzo, la Romania ha visto numerose manifestazioni pacifiche di protesta contro il governo, le cui riforme sono state spesso condannate dall'Unione Europea. In piu' di un'occasione, le proteste sono scaturite da eventi tragici gestiti in maniera incompetente dalle autorità, come il recente assassinio di una quindicenne, trovata senza vita dopo 19 ore e tre chiamate al numero delle emergenze romeno.

"Queste persone non sono qui soltanto per celebrare una ricorrenza o protestare contro il governo". "Vogliono ricordare eventi tristi che sono accaduti a causa della corruzione endemica in Romania, come l'incendio del 2015 nella discoteca Colective che costo' la vita a 64 persone".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste in Nuova Caledonia: il presidente francese Macron in partenza per una missione

Nuova Caledonia, mobilitati gli agenti francesi per riprendere la strada dell'aeroporto

Nuova Caledonia: sesta vittima durante le proteste, perché Parigi accusa l'Azerbaijan