Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Calciomercato: la Premier ha le mani bucate, anche grazie ai diritti tv

Calciomercato: la Premier ha le mani bucate, anche grazie ai diritti tv
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Con la finestra di mercato chiusa in Regno Unito, è tempo di dare un'occhiata a quanti soldi sono stati spesi in Premier League quest'estate. Ci sono stati quasi 1400 trasferimenti in totale, considerando i cinque maggiori campionati d'Europa (attenzione! Il calciomercato fuori dai confini britannici non è ancora chiuso e anche in UK si possono ancora cedere cartellini) con la Premier che ha speso più di tutti. Oltre 400 accordi e un giro d'affari che sfiora i due miliardi di euro.

Arsenal in negativo, Chelsea in positivo

L'Arsenal è stato il più spendaccione oltremanica e, nonostante le cessioni, è in rosso di quasi 100 milioni di euro. Seguono a ruota i due club di Manchester e il Tottenham. Positivo, invece, il bilancio di Liverpool e Chelsea, rispettivamente a +30 e +85 milioni di euro.

Ma quanto guadagna un calciatore di Premier a settimana?

Con affari multimilionari chiusi anche in questa finestra estiva, la Banca d'Inghilterra ha voluto verificare quanto guadagna in media un calciatore di Premier.

Partiamo dal presupposto che un barista prenda circa 320 euro a settimana, un macchinista quattro volte tanto e il Primo Ministro britannico oltre 3.000 euro. Un calciatore di prima divisione guadagna in media 55.000 euro ogni sette giorni.

Merito dei diritti tv

E se i giocatori di Premier d'oggi sono così fortunati è anche perché gli stessi club possono permetterselo. I diritti tvper il triennio 2010-2013 sono stati venduti per 2 miliardi di euro. Quelli per il triennio in corso, per 5.5 miliardi di euro.