ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Atletica: Lewis contro Trump 'misogino'

Atletica: Lewis contro Trump 'misogino'
Pluriolimpionico si schiera anche a favore di 'equity payment'
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – LIMA, 6 AGO – “Abbiamo un Presidente razzista, che è
misogino e pieno di pregiudizi e non dà valore che a se stesso.
Ma ciò non significa che non dobbiamo batterci per i diritti
delle persone, e non guardare a coloro che sono stati messi ai
margini per mancanza di opportunità”. Il pluricampione olimpico
dell’atletica Carl Lewis non le manda a dire, e da Lima, dove si
trova per presenziare ai Giochi Panamericani, attacca il
Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. L’occasione nasce dal
fatto che, in una conferenza stampa nella capitale del Perù,
Lewis ha dichiarato di essere “totalmente a favore” dell’equità
salariale e dei premi per gli atleti uomini e donne. Da qui
l’accusa di misoginia per Trump, per via di vari suoi tweet. “Se
mia madre non avesse praticato l’atletica negli anni ’50, adesso
io non sarei qui – ha detto Lewis -. Lei è stata una pioniera.
Ci sono un sacco di pregiudizi, e c‘è timore di dare le stesse
opportunità a tutti. Non ci sono differenze fra uomini e donne,
e sono totalmente a favore di questo”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.