Cc ucciso: uno dei fermati,sono stato io

Cc ucciso: uno dei fermati,sono stato io
I due avevano rapinato un pusher che aveva venduto finta droga
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 26 LUG - Uno dei due cittadini americani fermati per l'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega ha ammesso di essere lui l'autore dell'accoltellamento. Si tratta della persone con i capelli mesciati apparso in una foto e ripreso da alcune telecamere. In base a quanto ricostruito dagli inquirenti i due ragazzi americani si erano recati ieri sera a Trastevere per acquistare droga, ma la sostanza acquistata era semplice aspirina. Dopo essersi resi conto di essere stati ingannati, hanno strappato la borsa allo spacciatore che conteneva il suo telefono cellulare. L'uomo ha quindi contattato i due chiamando il suo numero di telefono per riavere la borsa. Poi avrebbe chiamato il 112 per comunicare che era stato scippato e che si era accordato per la restituzione della borsa. All'orario stabilito i carabinieri, in borghese, si sono recati in via Pietro Cossa. Li' hanno incontrato i ragazzi con i quali è scoppiata la colluttazione nella quale il vicebrigadiere è stato colpito a morte.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: Putin visita uno stabilimento aeronautico, per Biden è un "pazzo figlio di ..."

Vaticano, due ex suore raccontano i presunti abusi subiti da Marko Rupnik

Le notizie del giorno | 22 febbraio - Mattino