Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Tour de France: Giulio Ciccone in "giallo"

Giulio Ciccone si gode la sua maglia gialla. (Planche des Belles Filles, 11.7.2019)
Giulio Ciccone si gode la sua maglia gialla. (Planche des Belles Filles, 11.7.2019) -
Diritti d'autore
REUTERS/Gonzalo Fuentes
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Un italiano in maglia gialla. È Giulio Ciccone, 24enne abruzzese, originario di Chieti.
Con il secondo posto nella 6.tappa del Tour de France, da Mulhouse a La Planche des Belles Fille di 160.5, km, il portacolori della Trek-Segafredo ha conquistato la maglia gialla.

È il 29esimo corridore italiano della storia ad indossarla.
L'ultimo era stato Fabio Aru, nel 2017.
Il primo fu Vincenzo Borgarello nel 1912.
Record di maglie gialle "italiane": Ottavio Bottecchia, con 34 giorni in giallo.

Ciccone, che impresa!

Giulio Ciccone, protagonista al Giro d'Italia 2019 con una vittoria di tappa (a Ponte di Legno: un'altra tappa l'aveva vinto a Sestola al Giro 2016) e la maglia blu da miglior scalatore, è balzato in testa alla classifica grazie alla lunga fuga della frazione odierna. Alla fine, ha scalzato Julian Alaphilippe di appena 6 secondi, grazie anche e soprattutto ai 14 secondi di abbuoni conquistati all'arrivo e durante un sprint intermedio.

In una giornata indimenticabile, Ciccone indossa anche la maglia bianca di leader della classifica dei Giovani.

"Faccio ancora fatica a crederci. Indossare la maglia gialla è il sogno di tutti quelli che vanno in bici".
Giulio Ciccone
Maglia Gialla al Tour de France

Una maglia gialla "di cuore"

Una giornata speciale per Giulio Ciccone, soprattutto per quello che ha dovuto passare nel 2017, con due interventi al cuore. Pensare di essere arrivato, due anni dopo, alla maglia gialla del Tour de France sembra davvero incredibile. Ma vero.
"Adesso mi sento come nuovo", ha sempre dichiarato il giovane corridore abruzzese.

La vittoria di tappa è andata al belga Dylan Teuns (Bahrein-Merida), capace di staccare nella volata finale lo stesso Ciccone di 11 secondi.
Tra i protagonisti della lunga fuga, anche altri due belgi: la maglia a pois Tim Wellens e Xandro Meurisse.

REUTERS/Christian Hartmann
Dylan Teuns vola verso la vittoria.REUTERS/Christian Hartmann

Tra i big più attesi, buona la risposta nel finale - sulla terribile ascesa in sterrato, con punte fino al 24% di pendenza - di Alaphilippe, dell'altro francese Thibaut Pinot e del vincitore dell'anno scorso Geraint Thomas.

In difficoltà, sulle ultime rampe, Vincenzo Nibali (a 49"), Fabio Aru (a 1'02") e Romain Bardet (a 1'11"), arrivati in ritardo rispetto al gruppetto di Thomas.

Nella classifica generale, Ciccone precede proprio di 6 secondi Alaphilippe, terzo posto per Teuns, a 32 secondi.
Il primo dei big è Geraint Thomas, quinto a a 49".

Gli altri italiani. Nibali è 20esimo a 1'56", Aru è 29esimo a 3'25.

Tutti i risultati e le classifiche sul sito ufficiale del Tour de France.