Scoperta plastica "bio"

Scoperta plastica "bio"
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anche la Novamont fa parte del pool di aziende che hanno ottenuto questo risulttato

PUBBLICITÀ

L'nquinamento da rifiuti di plastica è una delle piaghe che minacciano di distruggere flora e fauna nei nostri mari. Senza contare la devastazione delle spiagge, ma forse c'è una speranza. Un'azienda tedesca la Hydra Marine Sciences, una italiana la Novamont e una Ong, Marevivo hanno prodotto una plastica che si dissolve in mare. Spiega il direttore della Hydra come siè arrivati a questo prodotto rivoluzionario che si può dissolvere in poche settimane nelle acque dei mari.

Dice il direttore di Hydra: "Grazie ai nostri test abbiamo scoperto che questi materiali sono completamente biodegradabili e si sciolgono sia in laboratorio che quando li abbiamo provati in un ambiente naturale, nelle acque del mare".

I polimeri di questa nuova plastica, realizzata anche grazie allo sforzo degli italiani della Novamont, potrebbero essere davvero la soluzione di un ennorme problema. Ogni anno sono sversate in mare 13 milioni di tonnellate di plastica che stanno devastando una risorsa di cui l'uomo non può fare a meno

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

'Beviamo microplastica' l'allarme dell'Oms. Ecco cosa sappiamo

Roma: temperature alte, prima domenica al mare a febbraio

Costiera amalfitana: tromba d'aria tra Maiori ed Amalfi, nessun danno a cose o persone