Mondiali 2022: rilasciato Michel Platini

Mondiali 2022: rilasciato Michel Platini
Diritti d'autore REUTERS/Gonzalo Fuentes
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

E' stato rilasciato nella Michel Platini. L'ex presidente della UEFA era stato fermato dalla polizia francese e condotto negli uffici dell'anticorruzione per rispondere a delle domande sulle procedure di assegnazione dei Mondiali del 2022 in Qatar.

PUBBLICITÀ

E' stato rilasciato nella Michel Platini. L'ex presidente della UEFA era stato fermato dalla polizia francese e condotto negli uffici dell'anticorruzione per rispondere a delle domande sulle procedure di assegnazione dei Mondiali del 2022 in Qatar.

"Sono sempre stato tranquillo perché mi sento totalmente estraneo a questi fatti - ha dichiarato l'ex presidente della UEFA - Si tratta di un vecchio caso e lo abbiamo spiegato. Mi sono sempre espresso con piena trasparenza su tutti i giornali. la polizia va avanti, indaga, cerca. Dovevo arrivare come testimone libero, mi sono ritrovato invece immediatamente preso in custodia. Fa male, è tutto quello che riesco a pensare, tutto quello che ho passato fa male, fa male, ma dopo tutto hanno fatto il loro lavoro e poi abbiamo cercato di rispondere a tutte le domande ".

"E'stato alzato un polverone per niente", ha dichiarato il suo avvocato William Bourdon all'uscita dalla sede dell'Ufficio centrale dell'anticorruzione a Nanterre. Rilasciata poco prima anche Sophie Dion, l'ex consigliera per lo Sport dell'Eliseo anche lei interrogata nell'ambito della stessa inchiesta. Nel mirino degli inquirenti ci sarebbe un pranzo del novembre 2010 all'Eliseo, con Sarkozy, Platini e l’attuale emiro del Qatar, Tamim bin Hamad al-Thani, all'epoca primo ministro e ministro degli esteri dell’Emirato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rinviato il processo per Blatter e Platini

Svizzera, pm accusa Blatter e Platini di truffa e appropriazione indebita

Superlega contro UEFA: e ora cosa succederà?