EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

La Chiesa puntualizza la sua posizione sulle scelte gender

La Chiesa puntualizza la sua posizione sulle scelte gender
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

In un documento pubblicato dalla Congregazione per l’Educazione cattolica si rigetta la "liquidità" dell'ideologia gender per preferire percorsi di accompagnamento nel rispetto delle scelte di ognuno

PUBBLICITÀ

La Chiesa cattolica mette i paletti davanti all' «ideologia del gender» con un documento vaticano pubblicato della Congregazione per l’Educazione cattolica. La richiesta è un invito alla società civile a non imporre un pensiero unico e a preferire percorsi di accompagnamento nel rispetto delle scelte dei singoli.

Il primo documento del genere da parte della Chiesa

E' la prima volta che la Chiesa cattolica dedica un pamphlet alla teoria secondo la quale non esisterebbe alcuna differenza tra uomini e donne tanto che il proprio sesso ognuno lo può "scegliere a piacimento" .

Rifiuto delle teorie gender più radicali

Nelle 31 pagine del documento si ribadiscono che le teorie gender, specialmente quelle più radicali, rappresentano "un processo progressivo di allontanamento dalla natura" un atteggiamento che conduce "identità sessuale e famiglia" alle dimensioni della "liquidità" estranea alla dottrina della Chiesa. Sì invece a percorsi di accompagnamento nelle scuole e per le famiglie.

La puntualizzazione del Vaticano, evidentemente a favore della famiglia naturale prima che tradizionale, non è piaciuta a molti ambienti LGBT che speravano da Papa Francesco una prospettiva di maggiore inclusione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

I produttori della Barbie lanciano una linea di bambole gender-neutral

Pasqua, il Papa: "Fermare venti di guerra, scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev"

L'autobiografia di Papa Francesco: "quando stavo male c'era chi pensava già al conclave"