Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Botte a figlia disabile, genitori negano

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 4 GIU – “Noi non l’abbiamo picchiata, è
caduta in casa, ha sbattuto e si è fatta male da sola”. Così
nell’interrogatorio davanti al gip di Milano Stefania Pepe si
sono difesi, in sostanza, i due 29enni egiziani fermati per aver
picchiato e maltrattato a lungo la loro bimba di 3 anni e mezzo. Da quanto si è saputo, negli interrogatori di garanzia i due
genitori, assistiti dal legale Emanuele Bellani, hanno negato le
accuse sostenendo di non aver picchiato la piccola, ma che lei
si è fatta male da sola cadendo in casa. A loro carico, però, ci
sono una serie di intercettazioni in cui dicono addirittura di
volerla uccidere. Il gip non ha creduto alla versione della
coppia e ha accolto, invece, la richiesta di convalida dei fermi
e di custodia cautelare in carcere avanzata dal pm Danilo
Ceccarelli.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.